DM, primo sui social

La pagina Facebook Il Dentista Moderno è la più frequentata nel mondo della comunicazione professionale odontoiatrica. Qualche numero: nella terza settimana di febbraio, i post della pagina hanno avuto una copertura di 56.975 utenti e 8.916 interazioni generiche.

In termini tecnici, la copertura equivale al numero di persone che hanno visualizzato un post della Pagina. La copertura può essere inferiore rispetto alle visualizzazioni poiché una persona può visualizzare un post più volte. Le visualizzazioni equivalgono invece al numero di volte in cui viene visualizzato un post della Pagina, indipendentemente dal fatto che qualcuno clicchi su di esso.

In altre parole, e ritornando ai numeri: gli utenti unici di Facebook che hanno visto almeno una volta un contenuto della pagina Il Dentista Moderno sono quasi 60.000, mentre gli utenti unici di Facebook che hanno interagito (fatto qualsiasi tipo di click) con i post della pagina Il Dentista Moderno sono all’incirca 9.000.

Ancor più eclatante, e particolarmente qualificante, il dato riferito alle interazioni specifiche, cioè alle azioni dirette degli utenti della Pagina, che agiscono commentando o condividendo un post: le interazioni specifiche della terza settimana di febbraio sono 966, decisamente le più alte tra gli organi d’informazione del settore.

E’ importante osservare che sono proprio le interazioni a fare la differenza: il loro numero, infatti, è il vero indicatore dell’interesse nei confronti della pagina. I like (“mi piace”) sono una metrica di vanità e frutto ormai di mercato nero: esistono siti che, attraverso programmi appositi, consentono di acquistare i “mi piace”. Sconsigliatissimo, e spieghiamo il perché.

Da anni ormai, viviamo nell’era della Facebook-mania, dove il numero di “mi piace” si traduce in popolarità e autorevolezza nel web, ma è davvero così? Chi sono le persone che hanno cliccato sul “mi piace” di una pagina scegliendo così di seguire i suoi aggiornamenti? Sono utenti interessati o gli importa poco e nulla della pagina?

I “mi piace” di una pagina sono importanti solo nella misura in cui rientrano nel target scelto. Ne consegue che un basso numero di “mi piace” provenienti da utenti che sono interessati ai contenuti della Pagina e che interagiscono è molto meglio di un alto numero di “mi piace” provenienti da utenti-fantasma.

Osservate nel grafico la colonna di destra: il numero di interazioni qualificate rappresenta l’autorevolezza e l’influenza della Pagina sul proprio pubblico.

IRES

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

2 × three =